CHI SIAMO


Siamo una rete di associazioni, una rete fortemente coesa, una rete eterogenea composta da organizzazioni territoriali o espressione locali di realtà nazionali, ecclesiali o laiche, grandi o piccole, tutte impegnate in modo diretto o indiretto in attività di sostegno al disagio sociale.


Chi è un povero? Non è facile oggi definire un povero e soprattutto aiutarlo, è una problema complesso che richiede l’adozione di modelli d’intervento integrati e quindi il superamento della settorializzazione e frammentarietà degli interventi.


Consapevoli e convinti di questo nella primavera del 2015, rappresentanti di alcune associazioni hanno iniziato a vedersi periodicamente, a conoscersi, a scambiarsi le esperienze, a condividere le proprie problematiche e via via nata la stima e fiducia reciproca che sono il vero collante della rete a favore dei poveri stesa sul territorio.


Prima solo poche associazioni, poi se ne sono mano a mano aggiunte altre fino a diventare dieci soci promotori che nel settembre del 2017 hanno costituito l’associazione PAS Polo Accoglienza e Solidarietà:


Gli associati

Azione Cattolica Italiana Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani (ACLI) BETANIA Onlus (CARITAS) B&F Foundation Centro Accoglienza Vita Croce Rossa Italiana Iom Ascoli Piceno Onlus Associazione laboratorio della Speranza Movimento Diocesano Associazione Società di San Vincenzo De Paoli U.N.I.T.A.L.S.I. – Sottosezione di Ascoli Piceno Associazione di Volontariato Zarepta Onlus Associazione La Meridiana ONLUS

Mission

1
Agevolare l'integrazione tra associazioni

Crediamo che ciò può realizzarsi solo attraverso la collaborazione e l’integrazione tra le diverse associazioni, che pur mantenendo la propria autonomia, condividono anche i medesimi luoghi fisici in cui operano.

2
Gestire un polo comune a servizio dei poveri

Uno dei compiti del PAS è quello di individuare, realizzare e gestire un polo comune a servizio dei poveri

3
Generare cooperazione ed eliminare le duplicazioni

Trovare un posto, una casa unica o in più agglomerati collegati perché questo migliora l’accessibilità ai vari servizi e rende più facili le sinergie e le comunicazioni, generando cooperazione ed eliminando le duplicazioni

4
Generare bene che sia reciprocità e prossimità

Ovvero offrire risposte complesse e strutturate ad alto valore aggiunto per chi ne beneficia e a minor costo, è possibile

News